Il mio amico giardiniere

il

il mio amico giardiniere

29/12/2007

Non ero tanto convinto di vedere questo film. Il titolo, il protagonista (Daniel Autueil) e le premesse, mi facevano temere un altro “Il mio migliore amico”, però il regista non è Leconte, e perciò diffidavo.

Mi aspettavo insomma la solita commedia banalotta di due tizi diversi che si conoscono, si stanno simpatici, poi si scontrano e alla fine diventano amici inseparabili davanti ad un bicchiere di vino.

E invece è un film molto carino, che riesce a non essere banale, sempre nei limiti di una commedia agro-dolce. I protagonisti sono sì diversi e contrari, uno è artista, intellettuale, sofisticato e donnaiolo. L’altro è contadino, semplice, sposato con La Moglie.

Ma la sceneggiatura ha il grande merito di evitare una scontata lotta di classe, o un banalissimo scontro sui valori o la visione della vita. I due rimangono amici per tutto il film, rispettandosi e difendendo le proprie identità. Poi certo, in un qualche modo doveva pur finire…

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...